sabato 29 marzo 2014

for my hero.

Ed è così che resterò.
Sdraiata sul fianco sinistro, con il cellulare appoggiato accanto, l'attesa, la delusione e la pioggia dai miei occhi.
È così che resterò.
Con i pensieri che viaggiano, i pensieri e i ricordi, i ricordi ed i progetti.
Tutto all'aria, era soltanto una bella illusione. Una fottuta fantasia.
I miei occhi implorano, chiedono tregua, ma oramai sono spenti.
Anche il mio sorriso s'è spento. Era lì, c'era, bello ed innocente come sempre; piano piano poi, parola dopo parola, le mie labbra si sono chiuse. Finché un labbro è stato morso dagli incisivi per trattenere un'esplosione, che è avvenuta lo stesso, ma in maniera effusiva. Le lacrime scivolano silenziose sul cuscino. Tanto chi se ne accorge?
Tanto a chi importa?
Ed è così che resterò.
Starò qui a piangere e sperare, aver bisogno di amare. Avrò fame, avrò sete, ma sopr'ogni altra cosa avrò bisogno di te.
Ed è così che resterò.
Finché tu non tornerai.

Nessun commento:

Posta un commento