martedì 20 maggio 2014

Qualche ricordo nel cuore.

Ricordi.
Si custodiscono.
Una foto appesa al muro, un video sul cellulare ormai distrutto, una lettera con gli angoli smussati dal tempo, un vecchio regalo significativo per un determinato istante, un portafortuna, una canzone piena di ricordi.
Ricordi.
Si reagisce.
Una lacrima, un grido soffocato, un sorriso, un rimorso, rabbia, tristezza. Nostalgia, odio-amore per i ricordi.
Ricordi.
Ci si ferisce.
"Mi manchi" ma tanto non lo invii, è passato troppo tempo. Non si ricorda, non mi pensa più. Oppure "Torna" eppure non tornerà, se l'è portato via 'dio', quella sottospecie di essere mostruoso e insensibile.
"Scrivimiscrivimiscrivimi" con la consapevolezza che non ti scriverà mai. Nei tuoi sogni, ti scrive! Anzi, nei tuoi ricordi.
Ricordi. Ah, ricordi.
Si cancellano.
La foto si strappa, il video si elimina, la lettera arde sotto la fiamma di un accendino. Quel dannato regalo cestinato, il portafortuna rimane pure lì, tanto non funziona; e la canzone non si ascolta più. Mai più. Mai più ricordi.
Ricordi.
Tornano in mente comunque, 'ste piccole carogne. E che si fa? Eh..
Si resta a guardarli attraverso lo specchio dell'immaginazione, con due nuvoloni sugli occhi, pronti a ricominciare.

Nessun commento:

Posta un commento