lunedì 6 aprile 2015

2 y, 2 m, 21 d

È che tu ed io ci siamo trovati, e ci siamo trovati presto, ed è per questo che sappiamo ucciderci, sappiamo morderci il cuore con niente, basta uno sguardo a volte, basta niente.
Ci siamo visti crescere, ci siamo visti credere a sogni improbabili, improvvisamente ho visto il tuo viso passare dai brufoli alla barba, improvvisamente ho visto il tuo cuore passare dal desiderio di avere l'xbox al desiderio di lavorare.
E tu, tu vedi me, e ridi quando ti dico che sei bello, ché non ci credi e sotto sotto t'imbarazza. E tu hai visto me quando avevo il viso più tondo, e mi hai vista rossa, arancione, nera, stinta, castana, e ti sono sempre andata bene. E mi hai vista in lacrime, mi hai vista urlarti contro.
E mi hai vista, un attimo dopo, posare il viso sul tuo petto e dirti che t'amo da impazzire.
Perché fidati, è così, e non importa di chi sostiene che a questa età l'amore non possa esistere; chi l'ha deciso? Io so che questo è vero amore, perché quale ragazzo sano di mente perderebbe due anni di adolescenza con qualcuno che non ama?
Ho imparato a cogliere ogni attimo di dolcezza che mi regali, perché un istante mi rende felice per tempo prolungato, perché tu sei capace di farmi sorridere semplicemente con uno sguardo.
È sempre di più, il periodo della mia vita condivisa con te, ogni giorno il numero cresce, e se ti dedico la vita intera, è perché so che la tratterai meglio di come la potrei trattare io.
E credevo e sostenevo che l'amore fosse una favola, ma sai, sbagliavo, perché la realtà, in questi casi, è più magica, proprio perch'è vera.