venerdì 29 luglio 2016

Everybody Lies (Dr House - medical division)

House si fermò un secondo, lo sguardo più sincero che mai, dritto verso di lei.
Lisa fece la sua solita espressione, ma diversa. Un lieve sorriso sul suo volto, quasi impercettibile. Poi parlò, quasi rassegnata, certamente sollevata.
"Vuoi baciarmi, vero?"
"Io voglio sempre baciarti".

Ti aspettai, quel giorno, l'ultima volta  esattamente come la prima,  esattamente nello stesso luogo. Non ti vidi, eri dietro di me. Mi voltai, un lieve sorriso sul tuo volto, un grande sorriso nei tuoi occhi. Ti guardai qualche secondo, forse un paio, lo sguardo più sincero che mai.
"Posso baciarti?" mi chiese il tuo silenzio.
Devi.

Passarono i giorni, forse settimane, House si ritrovò nell'ufficio della Cuddy.
"No, non è andata così, io ti ho chiesto aiuto, sei venuta ad aiutarmi..."
"House, stai bene?", la voce palesemente preoccupata.
Nella mente di House tutto si fece confuso, i pensieri si annebbiarono; esattamente come il bene si unisce al male, così la realtà si confuse con ciò che non esiste. Poi capì.
Quel bacio fu solo un'allucinazione.

Passò qualche luna, credo fossero dieci, ciò che dicevi mi pareva assurdo, irrazionale, senza alcun senso.
"È meglio così" dicesti, concludendo non solo un discorso, ma tutta una possibilità.
Nella mia mente le parole si scontravano e si contrastavano, era tutto confuso, annebbiato dalla delusione. Esattamente come accade nei tuoi occhi, così i colori si mischiavano al nero, ed era difficile trovare una spiegazione. 
Poi, improvvisamente divenne tutto limpido, chiaro. Bianco.
Quel bacio fu solo un'illusione.

Forse fu in quel momento che House capì di amarla, e di averla sempre amata, tuttavia una allucinazione equivale a una bugia e, anche se Lisa non c'entrava, non lo avrebbe mai saputo. 

Ed è in questo istante che lo capisco anche io, e so di non non averti mai dimenticato realmente: ciò che di così forte mi lega a te giaceva attenuato sotto nuove emozioni, e attenuato non significa spento.
Tuttavia un'illusione equivale a una bugia provabilmente cercata, voluta o comunque causata e non casuale sicché, anche se io non c'entro, lo reprimerò, e tu non lo saprai mai.

"Tutti mentono.".

Nessun commento:

Posta un commento