domenica 7 agosto 2016

Deerant omnia quae nobis prodesse poterant

Eri la virgola che lascia sempre spazio
ad un continuo
il respiro che mi colorava il silenzio
il complemento oggetto dopo
la parola "voglio";
eri tutto ciò che di più bello io avessi mai avuto. 
Eri l'ordine di un autunno incasinato
il profumo di un pensiero
il complemento oggetto dopo
la parola "amo".

Ed era tutto così bello che neppure io ci credevo, il sole prima o poi tramonta sempre, anche se d'estate illude di restare. 

Mancava tutto ciò che poteva aiutarci
perché c'erano infinite possibilità 
ma sol avendone una soltanto 
avremmo fatto in modo
di perderci per sempre
o di non perderci mai più;

e il sole è tramontato ma è rimasto a baciare l'orizzonte, 
freddo e caldo non si distinguono più 
e non so più 
se sei il complemento oggetto dopo le parole "ho perso"
o quello dopo il "non perderò mai" che sussurro a denti stretti per non svegliare il pianto.


Nessun commento:

Posta un commento